TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Temperatura sotto controllo
Quando la calura estiva si fa sentire i computer soffrono, in particolare portatili e desktop con elevate prestazioni. Proprio per questo motivo è buona norma utilizzare specifici programmi per monitorare la temperatura del sistema. Per poterlo fare, per prima cosa è necessario installare alcuni moduli del kernel che premettono di estrarre le informazioni dai vari sensori presenti sui componenti hardware, ad esempio la scheda madre, e le mettono a disposizione dei programmi di monitoraggio. Il programma più diffuso in questo campo è lm_sensors (www.lm-sensors.org) che, attraverso una serie di operazioni eseguite dallo script sensors-detect (da eseguire come root), individua tutti i moduli necessari da caricare nel kernel senza aver bisogno di conoscere quali sensori sono presenti nel sistema e quali interfacce essi utilizzino. Inoltre sensorsdetect fornisce anche tutte le informazioni necessarie per modificare gli script di sistema in modo che i moduli siano automaticamente caricati ad ogni riavvio della macchina. A questo punto, da shell, tramite l'utility sensors è possibile visualizzare tutti i valori di temperatura e tenerli sotto controllo. Se, invece, si desidera monitorare le temperature in modalità grafica e si utilizza Gnome, è consigliabile installare un'applet specifica come, ad esempio, computertemp (http://computertemp.berlios.de). Per prima cosa bisogna caricare anche il modulo kernel coretemp (per il monitoraggio della CPU) utilizzando il comando modprobe coretemp, e subito dopo eseguire l'applet. A questo punto, mediante il Computer Temperature Monitor, non solo è possibile tenere sempre sotto controllo la temperatura di tutti i sensori, ma anche scrivere i dati all'interno di un file di log e, cosa più importante, impostare degli allarmi quando i valori superano una determinata soglia.
Lascia un commento
Tag: temperatura, computer, portatili, programmi, monitoraggio, lm_sensors
Condividi