TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Suonare è facile con TuxGuitar
Non diventeremo come Jimi Hendrix, ma potremo comporre facilmente i pezzi e farli suonare al PC per ascoltarli in anterpima
(pagina 1 di 3)
Abbiamo “scovato“ un interessante software, TuxGuitar, per la composizione e l’esecuzione di brani musicali con la chitarra (e non solo) e abbiamo deciso di provarlo. L’installazione è semplicissima. Basta copiare il file tuxguitar-1.0-rc3-linux-x86.tar.gz, scompattarlo ed entrare nella nuova direcotry. A questo punto, per avviare TuxGuitar, eseguiamo ./tuxguitar.

Import/export
TuxGuitar e la gestione dei formati
TuxGuitar è un programma versatile, anche nella compatibilità con i formati. Può importare brani Tef e Midi, ed esportarli come MusicXML, Midi, Lilypond, ASCII e Pdf. Il salvataggio avviene nel formato .tg.
Scopriamo cosa offre
TuxGuitar permette di rappresentare il pentagramma secondo due stili: continuo e a pagina. Possiamo passare dall’una all’altra rappresentazione tramite pulsanti o menu a tendina (voce View). Come si può facilmente intuire, la rappresentazione continua permette di estendere orizzontalmente il pentagramma, fino ad arrivare a una lunghezza virtualmente infinita. Lo stile correntemente in uso, che evita problemi in fase di stampa, è quello di spezzare il pentagramma, per poi continuare su una nuova riga in corrispondenza del bordo dell’ipotetico foglio. Inoltre, TuxGuitar, essendo un editor musicale “completo”, dispone di diversi strumenti. Innanzi tutto, tramite l’opzione Add Track del menu Track possiamo aggiungere quante tracce vogliamo, potendo comporre come si fa per le orchestre; sempre dal menu Track accediamo (opzione Lyrics) a un editor dei testi associati alle tracce in lavorazione. Dal menu Composition possiamo modificare tutti i valori del brano, dalla chiave al tempo metronomico. Sempre dal menu Beat, invrce, possiamo aggiungere effetti e variare la dinamica del brano. Il menu Tools serve, invece, per selezionare i vari tool del programma. Da qui possiamo anche variare l’aspetto e la lingua attualmente in uso. Infine, non poteva mancare in TuxGuitar un player per riprodurre i brani che componiamo, associato a un metronomo. È altamente probabile che, così com’è, TuxGuitar si rifiuti di suonare il brano ed è necessaria qualche modifca. Ma prima di intervenire su sequencer e porta MIDI da Tools/Settings/Sound, è opportuno leggere le F.A.Q sul sito del programma.
Pagina 1/3
Lascia un commento
Tag: TuxGuitar, suonare, software, brani musicali, composizione, creazione
Condividi