TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Sistema sempre sotto controllo anche con Gnome
Il desktop Gnome attiva di default un numero consistente di funzioni. Ma è vero anche che ci sono casi in cui è necessario disabilitarne alcune per renderle inaccessibili agli utenti. Il tutto si gioca sulle impostazioni di singole chiavi che vengono lette da Gnome perlopiù durante il processo di caricamento. L'accesso a queste impostazioni avviene attraverso l'utility Gconf e la sua interfaccia grafica gconf-editor. Facciamo alcune prove. Dopo aver eseguito l'editor vediamo, ad esempio, come disabilitare i tasti per il blocco dello schermo e per il logout. Per la precisione, le chiavi in questione sono /apps/ panel/global/disable_lock_screen e /apps/panel/global/disable_log_out, che vanno impostate su true ovvero, nel caso dell'editor grafico, basta un semplice clic sulla relativa casella di controllo. Allo stesso modo è possibile disabilitare l'esecuzione di programmi da riga di comando. In questo caso bisogna modificare la chiave /desktop/ gnome/lockdown/disable_com mand_line impostandola ancora una volta su true. Fatto ciò, non saranno più disponibili le voci per l'esecuzione di un comando dalla shell, sia dal menu principale che da ogni altro menu o applet. A questo punto bisogna rimuovere anche ogni collegamento ai terminali, altrimenti la modifica non avrebbe senso. Sempre intervenendo su queste variabili è possibile impedire l'accesso al pannello di controllo, agendo semplicemente sul valore della chiave /apps/panel/global/locked_down.

L'editor per la configurazione avanzata del desktop Gnome

Ovviamente, dopo ogni modifica è necessario riavviare Gnome. L'editor offre anche una breve descrizione delle singole chiavi facilitando la possibilità di intervento sulle decine di opzioni disponibili, nella maggior parte dei casi sconosciute ai più.
Lascia un commento
Tag: sistema, controllo, desktop Gnome, utility Gconf, gconf-editor
Condividi