TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Processore al massimo
Il kernel Linux può essere compilato utilizzando opzioni specifiche che permettono di sfruttare al meglio le potenzialità offerte dalle diverse CPU supportate, in particolare in termini di velocità. Ovviamente, i kernel precompilati, forniti di default dalle distribuzioni, non permettono di ottenere tutto ciò perché sono, volutamente, di tipo generico in modo da adattarsi senza difficoltà alla maggior parte delle configurazioni hardware disponibili. Allora, l'unico modo per migliorare le prestazioni è compilare nuovamente il kernel abilitando le opzioni specifiche per la propria CPU. In particolare, durante la fase di configurazione (comando make xconfig), che precede la compilazione, è necessario indicare esattamente la famiglia di processori a cui appartiene la propria CPU. La scelta va effettuata dal menu “Processor type and features”. Prima di ogni modifica, comunque, bisogna scoprire esattamente le caratteristiche della macchina che si sta utilizzando, nel caso specifico il tipo di CPU che la equipaggia, eseguendo il comando seguente:

cat /proc/cpuinfo | grep
“model name”

Il risultato del comando precedente è una stringa che identifica in modo specifico il tipo processore utilizzato, dopodiché possiamo effettuare la nostra scelta mediante il tool di configurazione.

Lascia un commento
Tag: Processore, potenzialità
Condividi