TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Lunga vita all'hard disk del nostro notebook
Un errore di gestione di alcuni parametri del BIOS da parte del kernel può danneggiare il disco fisso del portatile. Ecco il perché e i rimedi per correre ai ripari
(pagina 1 di 3)
Gli utenti GNU/Linux hanno da sempre avuto un rapporto conflittuale con il proprio hardware, in particolare nel caso dei notebook. Si sono sempre dovuti battere per far riconoscere a GNU/Linux le periferiche poiché i produttori, da sempre legati ad una specifica versione di Windows, effettuano delle modifiche sostanziali anche alle periferiche più semplici e comuni. Ultimamente si sta assistendo ad un forte aumento di hardware supportato ma ci si scontra con nuove problematiche, totalmente imprevedibili fino a qualche anno fa. La forte personalizzazione effettuata a livello BIOS rende ogni modello un mondo a sé e qualunque procedura generalmente funzionante rischia di diventare assolutamente inefficiente. Le varie distribuzioni affrontano il problema e cercano di trovare dei work-around. Spesso, però, questo è inutile poiché anche all’interno dello stesso modello ci sono “revisioni” diverse e lo stesso portatile potrebbe disporre di hardware differente, totalmente incompatibile. In attesa che i produttori inizino a vendere anche in Italia “hardware nudo” o portatili con GNU/Linux preinstallato, la scelta è dunque difficile e, spesso, affidata alla fortuna.
Pagina 1/3
Lascia un commento
Tag: hard disk, notebook, HDPARM, powersave, laptop mode
Condividi