TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Il desktop si sposta sul Web
È la nuova frontiera dell’informatica e promette di rivoluzionare l’uso del PC portando tutto, dal sistema operativo agli applicativi, dalla macchina locale a internet
(pagina 1 di 4)
Siete stanchi di trascinarvi dietro il laptop per avere programmi e file sempre a portata di mano? Proprio non vi va giù di scaricare e installare software e aggiornamenti di sicurezza? Considerate sprecato e noioso il tempo da dedicare alla manutenzione del sistema e ai backup? Allora, probabilmente, quello che vi serve è un Web Desktop. Per alcuni rappresentano il futuro dell’informatica, per altri solo una moda passeggera: l’ennesimo tentativo di propinarci un “modo alternativo” di usare il PC ma completamente inutile. Le soluzioni proposte sono diverse e lo stesso vale per le tecnologie utilizzate, ma tutte hanno come unico obiettivo quello di spostare il desktop online, anzi, in alcuni casi l’intero sistema operativo. Voi cosa ne pensate? Per aiutarvi a decidere se e quali usare, abbiamo pensato di provarli al posto vostro. A tale scopo, abbiamo selezionato i progetti più maturi e stabili che hanno conquistato una discreta fetta di utenti. Ecco come è andata.
[IMG2]
L’alternativa al desktop “classico”
I Web Desktop sono degli ambienti di lavoro, del tutto simili ai normali “desktop” di GNU/Linux, Windows e Mac OS X, che sono ospitati (installati) su un server web remoto, accessibile tramite Internet, invece che sul computer locale, in pratica il nostro PC. Come il desktop classico, possono contenere file e applicazioni. Solitamente, si accede ad essi attraverso un’interfaccia web, usando un normale browser web come Firefox, Internet Explorer o Safari. Le applicazioni sono realizzate in AJAX (HTML,CSS,Javascript), Flash o Java e ricordano molto da vicino Google Docs. In genere, queste applicazioni sono realizzate ad-hoc per uno specifico Web Desktop e non sono trasportabili e/o installabili altrove. La loro capacità di leggere/scrivere documenti creati con altri programmi (MS Office o OpenOffice.org) è solitamente buona.
Pro e contro della nuova tecnologia
I Web Desktop offrono alcuni vantaggi molto interessanti. Prima di tutto, le applicazioni a cui si è abituati e i documenti aggiornati sono accessibili da qualunque computer collegato a Internet, indipendentemente dal sistema operativo installato. In questo modo, non c’è più bisogno di portare con sé un laptop. In secondo luogo, chi utilizza un Web Desktop non deve preoccuparsi né dei backup, né degli aggiornamenti del software né di eventuali virus e antivirus. Tutti questi aspetti vengono curati da chi gestisce il server che ospita il Web Desktop. Ci sono però anche alcuni svantaggi. Il primo, e di gran lunga il più importante,è che le applicazioni e i dati vengono affidati a estranei. Nasce, quindi, il problema dell’affidabilità da parte del fornitore del servizio. Inoltre, chi gestisce il Web Desktop ha la facoltà di chiedere un compenso per il lavoro svolto, di conseguenza, bisogna prendere in considerazione anche il fattore costi. C’è poi un aspetto di tipo tecnico da non sottovalutare: per accedere ad un Web Desktop è quasi sempre necessaria una connessione a Internet di tipo broadband (ADSL, UMTS, Wi-MAX e simili) non sempre disponibile. Infi ne, bisogna tenere presente che la qualità dei programmi dipende molto dalla piattaforma utilizzata. Non tutte le funzionalità abituali di Word o di OpenOffice.org Writer possono essere ricreate usando tecnologie, seppur sofisticate, come AJAX o Flash. Questo limite è particolarmente grave quando si prendono in considerazione programmi dedicati alla grafica e al multimedia che, per loro natura, avrebbero bisogno di un accesso privilegiato all’hardware (basti pensare alle GPU delle moderne schede video 3D).
WEB DESTOP A CONFRONTO
Caratteristiche di ognuno e tecnologie utilizzate
NOME SITO WEB PIATTAFORMA DOTAZIONE SOFTWARE PRESTAZIONI VOTO (MAX *****)Ulteo http://www.ulteo.com Java Molto ampia (Ubuntu) Scarse **DesktopTwo http://desktoptwo.com Flash/Java Ampia (OOO) Scarse ****BrowserOS http://www.oos.cc AJAX Spartana ma estendibileBuone **GHOST http://g.ho.st Flash Molto ampia (Zoho e ThinkFree)Buone ****EyeOS http://eyeos.org AJAX Ampia (con molte utility)Ottime ****YouOS http://www.youos.com AJAX Ampia (con molte utility)Ottime ****Glide https://desktop.glidesociety.comFlash Ampia Ottime *****Jooce www.jooce.com/ Flash Limitata Ottime **Google Docs http://docs.google.com AJAX Limitata Ottime ***Desktop On Demandhttps://desktopondemand.comNX Molto ampia (CentOS) Eccellenti *****gOS Space http://dev.thinkgos.com AJAX Molto ampia (Ubuntu) Ottime **Registrarsi a un servizio di Web DesktopIn alcuni casi basta semplicemente fornire un indirizzo di posta elettronicaRegistrarsi a glide [IMG3]Trattandosi di servizi web, è sempre necessario registrarsi per avere accesso al servizio e per creare un proprio profilo, anche quando è tutto gratuito come in questo caso. Bastano pochi dati [IMG4]I dati richiesti sono i soliti. Viene sempre chiesto di fornire un indirizzo di posta raggiungibile. Se il servizio è commerciale, vengono chiesti anche i dati della carta di credito. Tutto è pronto! [IMG5]Basta rispondere al messaggio di verifi ca per attivare l’account. Da questo momento in poi il servizio è accessibile da qualunque PC collegato a Internet in qualsiasi parte del mondo.Da provare: gOS Space Una distro orientata al Web gOS Space è una particolare versione di gOS (quella del PC Everex da 199US$ di Wal-Mart) destinata a chi fa un uso intensivo di MySpace, Flickr, YouTube e altri servizi di rete. È derivata da Ubuntu ed è dotata del Window Manager Enlightenment (E17)Le soluzioni disponibiliSono almeno una dozzina le aziende che propongono sistemi di questo tipo. Alcuni, come EyeOS e YouOS, sono basati su AJAX, quindi, girano all’interno di qualunque browser di ultima generazione senza bisogno di installare software aggiuntivi. Altri, come Ulteo, Stoneware, DesktopTwo e Deskjump, sono basati su Java e richiedono quindi l’installazione della macchina virtuale JRE di Sun installata. Altri ancora, come Glide, GHOST e Jooce sono basati su Flash e richiedono lo specifico plug-in. In linea di massima, quelli che sono risultati più robusti, più veloci e più belli graficamente sono quelli sviluppati in Flash e, in second’ordine, quelli AJAX. I Web Desktop basati su Java soffrono invece di problemi di compatibilità e di velocità. In particolare, Ulteo e DesktopTwo sembrano soffrire di seri problemi prestazionali, forse dovuti anche al sovraccarico dei server. Per un confronto tra i Web Desktop disponibili, consultate la Tabella “Web Destop a confronto”. Tra i Web Desktop che ci sentiamo di consigliare, ci sono: DesktopOnDemand, Glide, GHOST, EyeOS e YouOS. [IMG6]Scegliere quello più adatto a noi L’elemento più importante per la scelta di un Web Desktop è la sua compatibilità. Da questo punto di vista, i Web Desktop basati su Java sono da sconsigliare. I “difetti” di compatibilità software non sono rari e possono esserci anche problemi di configurazione. Ad esempio, Ulteo richiede l’apertura di alcune porte sul firewall per funzionare correttamente e questo potrebbe non essere possibile se utilizzate un sistema non gestito personalmente. Inoltre, i sistemi basati su Java sono tra i più lenti in assoluto e arrivano a bloccarsi completamente con relativa facilità. La compatibilità dei sistemi basati su AJAX e su Flash è invece solitamente buona o, addirittura, ottima. Un secondo elemento da tenere presente è la compatibilità con i formati più diffusi. Da questo punto di vista, alcuni sistemi basati su Java potrebbero fornire le migliori garanzie. Ulteo e DesktopTwo, ad esempio, sono in grado di lanciare OpenOffice.org all’interno della finestra del browser e quindi possono leggere e scrivere praticamente qualunque tipo di documento. Peccato, però, che spesso non si riesca a scaricare e avviare l’applet Java necessaria a compiere questa “magia”. I sistemi basati su Flash, come Glide, e quelli basati su AJAX, come EyeOS, sono in grado di leggere e scrivere i principali documenti nei formati più diffusi: DOC, ODF, RTF, etc). Da questo punto di vista si è piazzato bene anche Go
Pagina 1/4
Lascia un commento
Tag: web desktop, glide, ghost, desktop on demand, ulteo, ZoHo suite, thinkFree suite, google
Condividi