TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Il creatore di Sabayon Linux
Faccia a faccia con il fondatore della distro Made in Italy più “cool” del momento. Le novità dell'attuale release 5.1 e qualche indiscrezione sull'attesa 5.2
(pagina 1 di 5)
FABIO ERCULIANI
Il progetto Sabayon, nato nel 2003, era ambizioso: creare una distribuzione derivata da Gentoo che ereditasse tutti i pregi di questo sistema operativo e ne eliminasse i difetti. Primo fra tutti, bisognava trovare un'alternativa al processo di installazione, a dir poco ostico, anche se in parte giustificato dal target della distribuzione. A quasi sei anni di distanza, Fabio Erculiani sembra aver raggiunto in pieno i suoi obiettivi, come testimonia il fatto che Sabayon è costantemente tra le distribuzioni preferite dagli utenti GNU/Linux. È facile da usare, sempre costantemente aggiornata, bellissima graficamente e semplice da gestire. Con queste premesse e approfittando del rilascio della release 5.1, abbiamo fatto quattro chiacchiere con il geniale sviluppatore per parlare dell'attuale versione e ottenere qualche anticipazione sull'attesissima Sabayon 5.2.

Linux Magazine - Ciao Fabio, grazie per la tua disponibilità e per aver accettato la nostra intervista. Prima di iniziare, come nostra consuetudine, ti lasciamo un po' di spazio per presentarti ai nostri lettori e parlare un po' di te.

Fabio Erculiani - Ciao a tutti i lettori di Linux Magazine. Come tutti sapete sono il creatore del progetto Sabayon, una distribuzione GNU/Linux basata su Gentoo decisamente anticonformista ed aperta a tutte le novità tecnologiche che in un modo o nell'altro fanno tendenza. Allo stesso tempo, faccio parte della comunità di sviluppo Gentoo, lavoro come consulente informatico in ambito GNU/Linux e soprattutto, nell'ultimo anno sono stato coinvolto nell'ambiziosa avventura chiamata “Itsme” (www.itsme.it) che mi vede impegnato full-time. Come se non bastasse, sono uno studente di informatica presso l'Università di Trento. Il mio hobby è Sabayon ed il poco tempo libero che mi rimane lo passo felicemente in famiglia.

LM - Da quanto tempo utilizzi GNU/Linux? Vuoi raccontarci il tuo primo incontro con questo sistema operativo?

FE - Oramai, arrivato all'età di 24 anni, questi ricordi si stanno perdendo nel tempo e mescolando con profanità e leggende. Scherzo, ovviamente. Se non ricordo male, era il lontano 1997 e, per puro caso, avevo tra le mani una Red Hat 4.8 ed un hard disk vuoto da riempire. Da lì in poi, non ho mai smesso, Slackware, RedHat, Mandrake ed alla fine, nel 1999, Enoch Linux (quella che oggi chiamiamo Gentoo, ndr). Ricordo altre due milestone importanti: la nascita di Sabayon (al tempo chiamata RR4) ed il mio arruolamento diretto nel progetto Gentoo.
Pagina 1/5
Lascia un commento
Tag: sabayon, linux, gnu, kernel, distribuzioni
Condividi