TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Il PC parla e ascolta
Ti annoia leggere? Fallo fare al PC! Non ti va di usare la tastiera? Fai tutto con la voce! Linux Magazine ti spiega come fare
(pagina 3 di 13)


Setup del server audio
La configurazione di Festival, però, non è ancora conclusa. Ubuntu 8.04, infatti, utilizza come server audio PulseAudio e quindi bisogna fare in modo che il programma di sintesi vocale dirotti l'output audio su questo server; in caso contrario, Festival non riuscirà ad emettere alcun suono. Per fare ciò aggiungiamo le righe seguenti al file .festivalrc:
(Parameter.set 'Audio_Command "paplay $FILE")
(Parameter.set 'Audio_Method 'Audio_Command)
(Parameter.set 'Audio_Required_Format 'snd)
A questo punto, salviamo il file premendo Ctrl + O e premiamo Invio per confermare. Infine, usciamo dall'editor nano con la combinazione di tasti Ctrl + X. Arrivati a questo punto, non rimane che assicurarci che Festival funzioni correttamente. Per farlo seguiamo le semplici istruzioni fornite all'interno del tutorial “Festival alla prova”.
Voci perfette con Mbrola
Le voci fornite da Festival sono di qualità sufficiente per riconoscere quanto viene pronunciato dal PC ma, senza dubbio, il loro realismo lascia molto a desiderare. È possibile migliorare notevolmente la qualità del parlato affiancando a Festival le voci del sintetizzatore Mbrola. Ecco come procedere. Innanzitutto, installiamo il pacchetto .deb di Mbrola. In una console, apriamo da root, sempre con l'editor nano, il file /etc/apt/sources.list  (“sudo nano /etc/apt/sources.list”) e aggiungiamo al suo interno la riga seguente:
deb http://blinuxman.net/debian stable main non-free

Salviamo il file e chiudiamo l'editor. Aggiorniamo l'elenco dei pacchetti con “sudo apt-get update” e, quindi, installiamo il pacchetto di Mbrola con “sudo apt-get install mbrola”. Fatto questo, seguiamo il tutorial “Voci ancora più realistiche” per scoprire come scaricare e utilizzare i file di Mbrola per le voci italiane.
Voci ancora più realistiche
Se quelle incluse in Festival non bastano, scarichiamo quelle di Mbrola decisamente migliori.
File necessari

Creiamo una directory Mbrola nella nostra home (“mkdir mbrola”) ed entriamoci (“cd mbrola”). Scarichiamo il file che consente di richiamare le voci italiane di Mbrola da Festival: “wget http:// superb-east.dl.sourceforge.net/sourceforge/ it-festival/Italian-FESTIVAL.zip” e scompattiamolo con “unzip Italian-FESTIVAL.zip”.
Da mbrola a Festival

Cancelliamo il file Italian-FESTIVAL. zip (“rm Italian-FESTIVAL. zip”). Scompattiamo i due file .zip che ci servono con i comandi “unzip lp_mbrola_unix. zip” e “unzip pc_mbrola_unix.zip”. A questo punto, copiamo i file di Mbrola in una cartella di Festival: “sudo cp -Rf festival/lib/* /usr/ share/festival/”.
Voci in lingua italiana

Scarichiamo i file con le voci italiane per Mbrola eseguendo “wget http://tcts.fpms.ac.be/synthesis/mbrola/ dba/it3/it3-010304.zip” e “wget http://tcts. fpms.ac.be/synthesis/mbrola/dba/it4/it4- 010926.zip”. Scompattiamo i file .zip appena scaricati con i comandi “unzip it3-010304. zip” e “unzip it4-010926.zip”.
Festival usa le voci di Mbrola
Terminati i passaggi descritti nel tutorial, non rimane che copiare le voci italiane di Mbrola nella directory apposita di Festival:
sudo mv it3 /usr/share/festival/voices/italian/
pc_mbrola
sudo mv it4 /usr/share/festival/voices/italian/
lp_mbrola
A questo punto, apriamo con nano il file .festivalrc e, se abbiamo scelto la voce femminile, sostituiamo la riga “(set! voice_ default 'voice_lp_diphone)” con “(set! voice_default 'voice_lp_mbrola)”, altrimenti cambiamo la linea “(set! voice_ default 'voice_pc_diphone)” con “(set! voice_default 'voice_pc_mbrola)”. Infine, aggiungiamo tre ulteriori linee al file di configurazione, senza le quali l'utilizzo delle voci di Mbrola produce un errore durante l'esecuzione di Festival:
(set! main-path "/usr/share/festival")
(set! libdir main-path)
(set! lexdir (path-append libdir "dicts"))
Salviamo il file .festivalrc e chiudiamo l'editor. Per finire, possiamo cancellare la directory temporanea mbrola che abbiamo creato in precedenza: eseguiamo in console “cd” e, quindi, “rm -r mbrola”. Adesso che Festival parla finalmente un ottimo italiano, è il momento di scoprire alcuni dei più interessanti utilizzi pratici della sintesi vocale sui sistemi GNU/Linux. Nel tutorial “Facciamo parlare Pidgin!”, in particolare, scopriremo come interfacciare Festival con Pidgin, così da farci leggere dalla voce sintetizzata i messaggi che arrivano via via dai nostri vari contatti.

Creato il "lanciatore", per far leggere un file a Festival basta trascinarlo sulla relativa icona

Le opzioni per abilitare il lettore di schermo Orca


Facciamo parlare Pidgin!
Con un semplice plugin possiamo ascoltare i messaggi che ci inviano i nostri contatti.
Il plugin di Pidgin

 Installiamo il plugin per utilizzare la sintesi vocale di Festival con Pidgin, il noto client di Instant Messaging. Apriamo una console ed eseguiamo il comando “sudo apt-get install pidgin-festival”. Fatto questo, avviamo Pidgin: andiamo sul menu Applicazioni, entriamo nella sezione Internet e clicchiamo sulla voce Pidgin.
Attiviamolo subito

Adesso dobbiamo avviare il plugin. Andiamo sul menu Strumenti di Pidgin e selezioniamo la voce Plugin. Nella finestra che appare è presente un elenco con tutti i plugin disponibili. Individuiamo nell'elenco la riga relativa a Festival. Mettiamo la spunta su questo plugin cliccando nel riquadro a sinistra della scritta Festival.
La configurazione

Clicchiamo su Configura plugin. Sotto la scritta Availables voices indichiamo la voce da usare per leggere i messaggi. Per una resa migliore, selezioniamo pc_mbrola (voce maschile) o lp_mbrola (femminile). Mettiamo la spunta su “Announce events” e “Prepend Buddy Name”. Infine, clicchiamo su Chiudi.
Festival su Kubuntu 8.04
Bisogna modificare il file .festivalrc
 Il server audio PulseAudio è installato di default su Ubuntu 8.04 ma non su Kubuntu 8.04. Per far funzionare correttamente Festival su questa seconda distro, quindi, è necessario modificare una riga presente nel file di configurazione .festivalrc. Eseguiamo, dunque, il comando “nano .festivalrc” e cambiamo la riga '(Parameter.set 'Audio_ Command "paplay $FILE")' in '(Parameter.set 'Audio_Command "aplay $FILE")'.
Lascia un commento
Tag: lettura documenti, pc, sintesi vocale, Sphinx 2, Perlbox Voice, Gnome Voice Control, Festival, Dragon Naturally speaking,
Condividi