TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Il PC parla e ascolta
Ti annoia leggere? Fallo fare al PC! Non ti va di usare la tastiera? Fai tutto con la voce! Linux Magazine ti spiega come fare
(pagina 2 di 13)


Diamo voce al desktop
La Cover Story  è suddivisa in due sezioni distinte che corrispondono a due diversi aspetti: il riconoscimento di suoni, in questo caso la voce, e la loro sintesi, in pratica la lettura di documenti di testo da parte del computer. Nella prima parte, quindi, ci occuperemo del software di sintesi vocale per eccellenza in ambito GNU/Linux: Festival. A questo proposito, scopriremo come dotare questa piattaforma per la sintesi vocale di una perfetta pronuncia italiana; inoltre, affronteremo l'uso dei programmi di sintesi vocale integrati negli ambienti desktop KDE e Gnome. Nella seconda sezione, invece, ci occuperemo di Sphinx 2, un valido sistema di riconoscimento vocale; questo particolare software è alla base del funzionamento dei programmi Perlbox Voice e Gnome Voice Control: il primo consente di eseguire programmi utilizzando comandi vocali, mentre il secondo permette di controllare alcuni aspetti dell'ambiente grafico Gnome ancora una volta utilizzando la voce. A livello hardware i requisiti sono minimi: una scheda audio funzionante con GNU/Linux e un comunissimo microfono. Come di consueto le distribuzioni di riferimento sono Ubuntu e Kubuntu, rispettivamente per le applicazioni Gnome e KDE. La release della distribuzione scelta è l'ultima disponibile, la 8.04 LTS Hardy Heron.
La sintesi vocale
Facciamo parlare il PC in perfetto italiano utilizzando programmi da console e applicazioni grafiche disponibili sia per il desktop Gnome sia per KDE.
In questa prima sezione della Cover Story costruiremo, passo dopo passo, un perfetto sistema di sintesi vocale; successivamente, una volta che il nostro PC ha acquisito un italiano chiaro e fluente, adotteremo gli strumenti forniti dai principali ambienti desktop per integrare la sintesi vocale nelle nostre operazioni quotidiane.
Festival parla italiano
Che si utilizzino gli ambienti grafici Gnome o KDE oppure si preferisca impartire comandi vocali all'interno della console, la prima applicazione da installare per “dare voce” al PC è il sintetizzatore vocale Festival. Apriamo, dunque, una finestra di terminale  ed eseguiamo il comando “sudo apt-get install festival”  per installare tutto il necessario; fatto ciò passiamo ad occuparci dei pacchetti necessari al sistema per integrare le voci italiane, sia quella maschile che quella femminile. Il comando in questo caso è “sudo apt-get install festvox- itapc16k festvox-italp16k”. A questo punto, bisogna configurare Festival per far uso di una voce a nostra scelta. Per prima cosa apriamo con l'editor nano il file di configurazione .festivalrc presente nella nostra directory home: “nano .festivalrc”. Così facendo, creeremo un nuovo file. Se vogliamo utilizzare la voce italiana maschile aggiungiamo la riga seguente:
(set! voice_default 'voice_pc_diphone)
Per la voce femminile inseriamo la stringa seguente:
(set! voice_default 'voice_lp_diphone)

Festival alla prova del nove
Impartire comandi vocali diretti e far leggere al programma un file di testo
La voce del Pc

Apriamo una console ed eseguiamo “festival”. Per scoprire quale suadente voce abbia il PC scriviamo (SayText “”) e tra le virgolette inseriamo la frase da far pronunciare al sintetizzatore Festival. Ad esempio “nuovo messaggio”. Infine, eseguiamo il comando premendo Invio; dovremmo ascoltare le parole scritte prima.
 Tocca all'altra

Proviamo a cambiare voce. Se nella configurazione abbiamo scelto la voce femminile scriviamo “(voice_ pc_diphone)”, mentre se abbiamo scelto quella maschile digitiamo “(voice_lp_diphone)”. Premiamo Invio. Digitiamo nuovamente (SayText “nuovo messaggio”): ora la frase sarà pronunciata dall'altra voce.
Leggere un file

Finora abbiamo impartito comandi diretti nella console di Festival. Per uscire da questa modalità premiamo Ctrl + D. Con Festival è possibile anche leggere a voce un file di testo. Per ottenere ciò scriviamo nel terminale “festival --tts“ e il nome del file che vogliamo ascoltare dalla viva voce del PC.
Lascia un commento
Tag: lettura documenti, pc, sintesi vocale, Sphinx 2, Perlbox Voice, Gnome Voice Control, Festival, Dragon Naturally speaking,
Condividi