TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Fedora 8 Werewolf
Grafica ricercata, prestazioni superiori, miglior riconoscimento hardware e nuovi strumenti di gestione. Queste le caratteristiche della potente distribuzione derivata da Red Hat
(pagina 1 di 3)
Il nome scelto per la nuova Fedora 8 è Werewolf (licantropo o lupo mannaro che dir si voglia), scelto, probabilmente, per sottolineare l'approccio “aggressivo” degli sviluppatori del Fedora Project ( http://fedoraproject.org). Il termine aggressivo è appropriato se si pensa ai radicali cambiamenti apportati alla distribuzione, come il nuovo sistema di gestione dei codec proprietari Codec Buddy. In pratica, nel momento in cui è necessario usarne uno non Open Source (Mp3, ad esempio), questo tool permette di scaricarli e installarli tra quelli creati da Fluendo ( www.fluendo.com) la stessa società che sviluppa Elisa Media Center e GStreamer. Tra le alte cose segnaliamo il nuovo tema grafico Infinity, la disponibilità dei desktop Gnome 2.20, KDE 3.5.8 e Xfce 4.4.1 (presenti nella versione DVD) e il kernel Linux 2.6.23. Tante le novità tecniche con nuovi strumenti di gestione delle schede wireless, gestione energetica ottimizzata e più efficienza per il package manager Yum, anche se non siamo ai livelli di APT di Debian GNU/Linux e Ubuntu.
Pagina 1/3
Lascia un commento
Tag: fedora 8, werewolf,
Condividi