TAGS CLOUD
Incrementa dimensioniDecrementa dimensioni
Buffalo Blu-ray & HD DVD Combo Drive
Audio perfetto, immagini dettagliatissime e spazio a volontà. Questa è l’alta definizione e questo il masterizzatore per sfruttarla su GNU/Linux
(pagina 1 di 2)
Il DVD sta gradualmene cedendo il passo a Blu-ray Disc e HD DVD, tecnologicamente più sofisticati, molto più capienti e per questo in grado di contenere film in “alta definizione” (High Definition), capaci di offrire una qualità audio/visiva fino a poco tempo fa impensabile. Cosi’, anche per noi utenti GNU/Linux è arrivato il momento di pensare all’acquisto di un masterizzatore/lettore che permetta di sfruttare questo formato. Allora, abbiamo deciso di proporvi questo dispositivo sviluppato da Buffalo Tchnology, il Blu-ray & HD DVD Combo Drive. Si tratta di un sistema combo (lettore e masterizzatore insieme) che supporta dischi Blu-ray, DVD e CD in lettura e scrittura e HD DVD in sola lettura. Ma qual è il vantaggio di acquistare il Blu-ray & HD DVD Combo Drive? Primo la possibilità di poter riprodurre film e installare giochi in alta definizione apprezzando la superiore (e non di poco) qualità audio e video. Inoltre, l’opportunità di poter masterizzare supporti Blu-ray Disc (oltre ai classici DVD e CD di ogni tipo) fino a 50 Gbyte. Per il resto si tratta di un’unità simile ai masterizzatori classici, solo leggermente più ingombrante e pesante, ma dotata di una velocissima porta USB 2.0 che, grazie alla tecnologia TurboUSB, consente operazioni di lettura e scrittura reali molto più elevate e vicine a quelle teoriche.

Tipo: Masterizzatore esterno • Interfaccia: USB 2.0 (TurboUSB) • Velocità di scrittura: 6x Blu-ray Disc, 20x DVD, 40x CD • Velocità di lettura: 6x Blu-ray Disc, 3x HD DVD, 20x DVD, 40x CD • Dimensioni e peso: 50 x 165 x 280 mm - 1,6 Kg • Produttore: Buffalo Technology • Sito web: www.buffalo-technology.com


Per masterizzarli c'è Nerolinux

DumpHD estrae in fi lm Blu-ray

 

Il player VLC alle prese con un film in HD


Nel corso del test del Blu-ray & HD DVD Combo Drive abbiamo constatato con un certo stupore che il supporto offerto dai programmi di masterizzazione Open Source (Brasero, GnomeBaker, perfi no K3b) è parziale e procede a rilento. Purtroppo, tutto dipende dal pacchetto DVD+RW-Tools (http://fy.chalmers.se/ ~appro/ linux/DVD+RW). Così, abbiamo deciso di provare NeroLinux 3.5.0.1 (www.nero.com/eng/linux3.html). Abbiamo effettuato la prova sulla nuova Ubuntu 8.04 Hardy Heron (www. ubuntu.com). Dopo aver scaricato il pacchetto nerolinux-3.5.0.1- x86.deb (nerolinux-3.5.0.1-x86_64.deb per i PC a 64bit), basta cliccarci sopra con il tasto destro del mouse e scegliere Apri con “GDebi Package Installer”. A questo punto, nella nuova finestra, scegliamo Installa pacchetto e inseriamo la password. Terminata l’installazione, che dura pochi secondi, possiamo avviare il programma da Applicazioni/Audio e Video/Nero Linux. Accettiamo i termini di licenza, premiamo Avanti e, infine, OK. Adesso possiamo masterizzare quello che vogliamo. In questo caso specifico si tratta della versione di prova di Nero Linux 3, che è possibile acquistare sul sito web al costo di € 19,99. C’è da dire, comunque, che il software è funzionante al 100%, senza funzioni disattivate, caratteristica tipica delle versioni trial.
Interventi extra per i film in HD
Il discorso è diverso per quanto riguarda i film. Purtroppo, al momento, guardare film in alta defi nizione con GNU/Linux non è proprio immediato. Non è sufficiente il lettore: a causa di restrizioni legali e problemi software è necessario qualche piccolo intervento extra. I film in alta definizione, infatti, sono protetti mediante il sistema di cifratura AACS (Advanced Access Content System) più avanzato del CSS dei normali DVD. Per cui, prima di poter visualizzare un film Blu-ray o HD DVD è necessario prima sproteggerlo, estrarlo e trasferirlo sull’hard disk. Ma questo non è tutto. GNU/ Linux, purtroppo, non riesce a montare questi dispositivi in quanto utilizzano entrambi il file system UDF (Universal Disk Format) in versione 2.5, mentre, ad esempio, Ubuntu 8.04 Hardy Heron (ma anche molte altre distribuzioni) arriva solo alla versione 2.0.1. Vediamo comunque come procedere per risolvere il problema. Se il film non è protetto, basta un normale palyer, altrimenti dobbiamo usare il programma DumpHD (http://forum.doom9.org/showthread. php?t=123111) per sproteggerlo e trasferirne il contenuto sull’hard disk (sono necessari circa 30 Gbyte di spazio libero). Ma prima di ogni altra cosa, bisogna installare il modulo del kernel aggiornato che ci consentirà di montare il file system UDF 2.5. Apriamo la console, diventiamo root con sudo -s e installiamo gli header del kernel con apt-get install linux-headers-generic. A questo punto, colleghiamoci all’indirizzo http://ubuntuforums.org/showthread. php?t=718744, scarichiamo il file udf-filesystem-2.5.tar.gz e scompattiamolo con tar -xzf udf-filesystem-2.5.tar.gz. Entriamo nella nuova directory con cd udf-filesystem-2.5 ed eseguiamo make per compilare il nuovo modulo. Rimuoviamo, se già caricato, quello vecchio con rmmod udf e carichiamo quello nuovo, insmod src/ udf.ko. Per evitare di dover eseguire questo comando ad ogni riavvio del PC, copiamo il nuovo modulo tra quelli utilizzati dal kernel: cp src/udf.ko /lib/modules/2.6.24-16-generic/kernel/fs/udf. A questo punto, possiamo inserire il film nel masterizzatore, sicuri che questa volta verrà montato e, se protetto, usiamo DumpHD. Si tratta di un software Java, per cui è necessaria la relativa macchina virtuale (apt-get install sun-java6-jre). Per eseguire il software procediamo come segue: scompattiamo il file dumphd_0.4.zip con unzip dumphd_0.4.zip, entriamo nella nuova directory, cd dumphd_0.4, e infi ne eseguiamo java -jar DumpHD.jar. Se DumpHD non dovesse riuscire a decodificare il film perché non presente nel proprio database, è possibile utilizzare DumpVID per scoprire il VolumeID del supporto e poi usare AACSKeys per scoprire la chiave utilizzata e scriverla manualmente successivamente nel database di DumpHD (file KEYDB.cfg) utilizzando lo stesso formato di quelle già presenti. Entrambi questi programmi sono scaricabili allo stesso indirizzo di DumpHD. DumpHD estrae i file del film in una directory a nostra scelta e salva i file video, identificati dall’estensione .m2ts, nella cartella STREAM. Per vedere il film, avviamo MPlayer, VLC o altro e carichiamo il file di questo tipo più grande.
Blu-ray Disc con NeroLinux
Creazione di nuovi supporti, copie al volo e cancellazione di quelli riscrivibili BD-RE
Progetto Blu-ray


Avviato NeroLinux appare la schermata per la creazione di un nuovo supporto. Dal menu in alto a sinistra scegliamo Blu-ray Disc per accedere alla sezione relativa a questi supporti.
Nuovo oppure copia


Per masterizzare un nuovo supporto scegliamo Disco Blu-ray (UDF) e subito dopo premiamo su Nuovo, mentre per la copia scegliamo Disco di copia Blu-ray e poi Copia.
I riscrivibili


Per cancellare un Blu-ray Disc di tipo BD-RE è sufficiente scegliere Masterizzatore/Cancella disco riscrivibile... e subito dopo premere il pulsante Cancella.
Pagina 1/2
Lascia un commento
Tag: Buffalo Blu-ray, HD DVD Combo Drive, nerolinux, masterizzare, blu-ray disc
Condividi